La nuova sede

Procedura negoziata per l’affidamento
dei lavori di realizzazione
della nuova sede della Banca Centro Lazio.

Ristrutturazione dell’ex Collegio Santa Lucia
sito in Palestrina.

 


AVVISO

Ai sensi dell’art. 6.4 della procedura negoziata, si comunica che l’ inizio delle operazioni di gara è fissato per il giorno 05 Novembre 2018 ore 15,00

 

Documentazione disponibile

Domande frequenti

In riferimento alla gara in oggetto si chiede se è ammesso l’istituto della cooptazione come previsto dal DGLS 50/2016.


Per specifico indirizzo della committente e secondo quanto indicato nel bando di gara, che non contempla tale istituto, non è ammesso l’istituto della cooptazione di  cui all’art. 92 comma 5 del Dpr 207/2010.

In riferimento al CRITERIO c) “Organizzazione Azienda e personale – Capacità Tecnica e professionale degli ultimi 5 anni secondo i bilanci depositati (2013/2017)” quale dei seguenti documenti ritenete migliori per soddisfare il criterio C? LUL o Libro presenze? Oppure, non potendo inviare il libro unico del lavoro a tutela della privacy dei propri lavoratori subordinati, collaboratori continuativi e coordinativi o distaccati, si potrebbe presentare, in sostituzione, il documento “riepilogo mensile” che attesta la forza lavoro in essere nei vari mesi di riferimento?

Preliminarmente alla risposta si riporta per maggiore chiarezza quanto esplicitato nel bando per il criterio C): “Organizzazione Azienda e personale – Capacità Tecnica e professionale degli ultimi 5 anni secondo i bilanci depositati (2013/2017)” inviando l’Elenco puntuale, con documenti allegati in copia, degli incaricati nell’organigramma tecnico-aziendale (per eventuali collaboratori continuativi non inseriti nel libro matricola si deve inviare copia dell’affidamento dell’incarico con l’accettazione o l’autodichiarazione sottoscritta dal/i professionista/i incaricato/i), da tali documenti deve essere facilmente riscontrabile la mano d’opera in forza al 31/12 degli anni 2017/2016/2015/2014/2013 oltre al personale tecnico nell’organigramma aziendale e la copia dei certificati di qualità eventualmente posseduti. La commissione valuterà, attraverso la documentazione fornita dalle imprese, in particolare il possesso, della società partecipante alla gara d’appalto o delle società dell’eventuale raggruppamento, i seguenti certificati: ISO 14001/UNI EN ISO 14001: 2004 “sistema di gestione ambientale” e OHSAS 18001 – ED. 2007 “sistema di gestione della sicurezza sul lavoro” ed altre certificazioni inerenti al lavoro da svolgersi. In caso di aggiudicazione provvisoria della gara verrà richiesta la consultazione del libro matricola o del LUL. prima della aggiudicazione definitiva. L’elenco puntuale dell’organigramma tecnico-aziendale può contenere anche le collaborazioni continuative da dimostrare però con copia del contratto di incarico per il team tecnico in forza nelle date sopra citate. Pertanto, appare chiaro che occorre inviare un elenco puntuale degli incaricati nell’organigramma tecnico aziendale. Lo stesso in questa fase può essere autocertificato ai sensi di legge (allegando fotocopia del documento di identità del rappresentante legale dichiarante) fermo restando che per i collaboratori continuativi e collaboratori a vario titolo deve essere presentata copia dell’affidamento dell’incarico (contratto, ecc..) con allegata l’accettazione o l’autodichiarazione sottoscritta da ciascun professionista incaricato. Dai documenti allegati deve essere riscontrabile la mano d’opera in forza dal 31/12 per gli anni 2013, 2014, 2015, 2016 e 2017. Per concludere, si può allegare lista autocertificata di tutti gli incaricati nell’organigramma tecnico aziendale allegando per i professionisti non inseriti nel libro matricola i documenti sopra specificati. In un secondo tempo, come chiaramente esplicitato nel bando, in caso di aggiudicazione provvisoria sarà richiesta la consultazione del libro matricole o del LUL per opportuna verifica prima dell’aggiudicazione definitiva.


In riferimento alla procedura di cui in oggetto si chiede se è possibile ancora effettuare il sopralluogo.

Si, è possibile effettuare il sopralluogo a condizione che siano stati effettuati tutti i passi propedeutici indicati dal bando (Vedi punto 13.1 del bando di gara – richiesta CD, pagamento quota, documentazione richiesta, ecc..).


In riferimento alla gara per le opere di ristrutturazione dell’ex collegio Santa Lucia in Palestrina, la presente per chiedere se è possibili avere gli elaborati grafici in DWG, cronoprogramma, PSC e Computo metrico estimativo in formato editabile.

No, purtroppo non è possibile fornire i file editabili richiesti. La documentazione di riferimento resta quella fornita a base di gara.


Con riferimento alla procedura in oggetto siamo a richiedere il seguente chiarimento: – in caso di partecipazione in ATI il ritiro della documentazione di gara ed il relativo sopralluogo deve essere eseguito da tutti i componenti dell’ati ovvero può essere eseguito da una delle imprese facenti parti dell’ATI?

Preliminarmente alla trattazione del quesito si specifica che possono ritirate i documenti e partecipare al sopralluogo obbligatorio solo: 13.1 Il soggetto incaricato della visione della documentazione e del ritiro dei documenti di gara su supporto informatico dovrà essere il rappresentante legale o il direttore tecnico del concorrente; 13.2 Il sopralluogo presso l’immobile oggetto dei lavori è obbligatorio. La mancata effettuazione del sopralluogo sarà causa di esclusione dalla procedura di gara. Nel corso del sopralluogo verrà rilasciata attestazione in originale che costituirà allegato obbligatorio al modello di partecipazione alla gara. Il sopralluogo dovrà essere effettuato dai soggetti che saranno stati individuati nel corso della visione della documentazione e del ritiro dei documenti di gara (vedi punto 13.1) La delega o procura notarile non servono e non saranno accettate in quanto sul bando è chiaramente specificato chi è deputato a firmare presa visione e ad effettuare il sopralluogo. Al contrario la delega sarebbe ammessa solo se citata nel bando. Specificato quanto sopra, si precisa che tutte le imprese che intendono partecipare, anche associate in ATI, devono percorrere le fasi previste dai punti sopra elencati (13.1 e 13.2) e secondo le modalità sopra descritte. Il presente quesito è stato già oggetto di chiarimento e la risposta è pubblicata sul sito della BCL, che per facilità di consultazione si riporta di seguito: Ai sensi del punto 13.1 e 13.2 del Bando di gara ogni singola impresa (anche ogni singola impresa associata in ATI), per partecipare, anche in forma associata, dovrà prendere visione della documentazione completa di gara presso l’ufficio tecnico della Banca Centro Lazio Credito Cooperativo società cooperativa dislocato in Gallicano nel Lazio Via Aldo Moro 8, ritirare copia del supporto informatico contenente la documentazione di gara secondo le modalità stabilite al punto 13.1 del bando ed effettuare obbligatoriamente il sopralluogo, presso l’immobile oggetto dei lavori, secondo quanto stabilito al punto 13.2 dello stesso bando di gara. La mancanza dei requisiti previsti al punto 13.1 e 13.2 sarà causa di esclusione dalla procedura di gara. In caso di associazioni temporanee di concorrenti o consorzi non ancora costituiti, il sopralluogo, pertanto, dovrà essere effettuato da ogni singola impresa facente parte del costituendo raggruppamento. Conseguentemente, a ciascuna di esse verrà consegnato l’attestato di presa visione e tutte le singole attestazioni, in caso di ATI, dovranno essere inserite nella documentazione di gara.


Facendo seguito a quanto annunciato dagli incaricati della Committente nel corso del sopralluogo, e stante la natura a corpo dell’appalto, si chiede di poter accedere all’interno dell’edificio oggetto dei lavori al fine di valutare adeguatamente lo stato dell’immobile e le condizioni di operatività per la esecuzione delle attività di demolizione delle strutture interne e di consolidamento dei muri perimetrali.

Il sopralluogo è possibile ma come già specificato, occorre che alla richiesta di sopralluogo sia allegata tutta la documentazione necessaria già indicata sul modulo che è stato firmato in sede di sopralluogo (Polizza assicurativa, Manleva, ecc). Una volta ricevuta la richiesta esamineremo il tutto e potrà essere concordata la data per l’appuntamento. Si prega pertanto di ripetere la richiesta con tutta la documentazione allegata.


Con riferimento alla procedura in oggetto e più precisamente al punto 13.1 del disciplinare di gara allegato, la scrivente chiede se è ancora possibile l’acquisto della documentazione su supporto informatico.

Si è ancora possibile effettuare il sopralluogo sempre se sono state effettuate le azioni indicate ai punti 13.1 e13.2 del bando di gara e precisate nelle risposte ai vari quesiti pubblicato sul sito di BCL, nei termini indicati dal bando di gara e cioè entro il giorno 09/10/2018.


In riferimento alla gara di cui all’oggetto, con la presente si chiede se è necessario indicare nell’offerta anche il costo della manodopera e i costi interni aziendali. Si richiede inoltre, se possibile, il Computo metrico in Primus e il Cronoprogramma e PSC in formato editabile.

Con riferimento al primo quesito si specifica che trattasi di appalto privato e che pertanto il bando fa riferimento soltanto ad alcuni aspetti del D. Lgs. 50/2016 solo se compatibili. In particolare, come si evince dal modello predisposto e approvato dalla committente, i dati riguardanti il costo della manodopera e i costi interni aziendali non sono richiesti e sono pertanto ininfluenti. Per quanto riguarda il secondo quesito, come già risposto in un quesito precedente, si informa che purtroppo non è possibile fornire i file editabili richiesti. La documentazione di riferimento resta quella fornita a base di gara.


In relazione alla richiesta presentata, precisiamo che intendiamo partecipare alla gara in raggruppamento temporaneo e la capogruppo ha già effettuato il sopralluogo, fatto i pagamenti necessari e ritirato tutta la documentazione. Chiediamo pertanto di sapere se è necessario che tutti i componenti dell’ ATI effettuino il sopralluogo ed in caso di risposta affermativa, rimetterci nei termini.

Come già risposto al precedente quesito si conferma che è possibile effettuare il sopralluogo a condizione che siano stati effettuati tutti i passi propedeutici indicati dal bando (Vedi punto 13.1 del bando di gara – richiesta CD, pagamento quota, documentazione richiesta, ecc..) entro i termini previsti nel bando di gara e cioè entro il 09/10/2018. Per quanto riguarda il secondo quesito, come già affermato in precedenti risposte, occorre che tutti i componenti dell’ATI abbiano ritirato la documentazione, pagato la quota e presentato la documentazione richiesta ai punti 13,1 e 13,2. Solo in questo caso è possibile effettuare ancora il sopralluogo da parte di tutte le imprese appartenenti all’ATI.

 


Per ogni informazione ulteriore è possibile inviare una email CLICCANDO QUI